Ôªø Piano B
29 aprile, 2006,01:11
Pizzini per "Francesco Marino".
Francesco Marino, ovvero il famoso pentito di mafia testimone chiave del processo Andreotti. Pizzini doc in Senato.
 
posted by Piano B
Permalink ¤ 1 comments
19 aprile, 2006,15:06
Cassazione: ma voi vi fidate?
No, non è la solita tiritera sulle toghe rosse: semplicemente, mi sovviene un atroce pensiero.
La Cassazione sta per decidere se ha vinto Prodi o Berlusca.
Ma ricordo che, nelle sue ultime chiamate a decidere, la Cassazione ha così deliberato:

- Si possono violentare le donne coi jeans stretti;
- Si possono violentare le donne un po' puttane;
- Si può menare la moglie se è stata disubbidiente;
- Se dici vaffanculo in macchina vai in galera;

eccetera.
Ora chiedo: è legittimo o no avere qualche dubbio sulla sensatezza degli alti magistrati chiamati all'arduo compito?

Sono qui che tremo.
 
posted by Piano B
Permalink ¤ 13 comments
11 aprile, 2006,16:47
La raffinatissima astuzia diessina ci salva la buccia.
Possono fare tutte le leggi elettorali che vogliono, brogliare, studiarsela a tavolino, ma diamine la raffinatissima astuzia diessina (di tradizione PCI, naturalmente) riuscirebbe a cavar sangue da una rapa.
Certo i destri hanno fatto una legge elettorale a proprio uso e consumo, chi lo discute?, ma se la sono presa in quel posto perché coi bilancini elettorali, le conte di voti, le attribuzioni di seggi, le formazioni di liste possiamo contare sempre sul "carrozzone burocratico" DS che quand'è al dunque ci salva la buccia.

Ecco spiegato il bi e il ba a cui mi riferisco, dal Barbiere della Sera:
"Si determina la cifra elettorale e di lì il numero di voti necessari per ottenere un seggio. Poi li si assegna in base ai risultati dei singoli partiti Ma siccome in tre ripartizioni su cinque il seggio disponibile era uno solo, è andato alla lista che ha ottenuto più voti, vale a dire l'unione. La Cdl ne ha preso uno solo nella ripartizione Europa."
"Il sistema elettorale all'estero è proporzionale con la preferenza, ma la sostanza non cambia: è favorito chi si presenta unito, non ci sono le coalizioni né tanto meno il premio di maggioranza. La lista *lista* che prende il maggior numero di voti prende il seggio, eventuali altri seggi assegnati con il quoziente dei migliori. Non ha senso parlare di "ago della bilancia" e "accordi sottobanco". Quelli della CDL sono dei coglioni."

Appunto.
 
posted by Piano B
Permalink ¤ 0 comments
09 aprile, 2006,23:56
Bombardiamo l'Iran, terra primitiva e luogo di terrore.

Lo so, oggi il New Yorker ha pubblicato i progetti americani per l'Iran, che prevedono un bel bombardamento nucleare. Vi propongo, prima che tutto sia raso al suolo, una visita all'Iran, comodamente da casa vostra.
Tanto per renderci conto di quel che "noi occidentali" stiamo per bombardare: ovvero una terra primitiva, dove vivono nelle grotte, cavalcano cammelli, frustano le donne e razzolano nel fango.
Guardate bene. E poi pensate ad una bomba atomica.
 
posted by Piano B
Permalink ¤ 1 comments
07 aprile, 2006,18:34
Numero Verde brogli: 800.148.875
Numero verde (attivato dai Verdi) per segnalare brogli e casini eventuali nei seggi:

800.148.875

Diffondete. Specialmente agli scrutatori.
 
posted by Piano B
Permalink ¤ 0 comments
04 aprile, 2006,18:39
Un blogger rapito dagli alieni...
Ho fatto un po' di migliorie a questo povero negletto blog, tra cui lo schiarimento del testo altrimenti illeggibile. Interventi anche sul blogroll.

Come ho già altre volte sottolineato, non partecipo al delirio dello scambio links che vige nella blogosfera italica. Non mi frega niente di avere link da tizio e caio, mica ci faccio i soldi col blog. Linko solo chi mi piace o chi offre qualcosa di utile. Stavolta sono stati aggiunti Mauro Biani (doveroso, visto che lo saccheggio spesso), Dacia Valent (una grande) e quel pazzo di Tim Boucher col suo Pop Occulture che mi piace un sacco.

Ho tolto Xymphora.
Xymphora non esiste più. Dietro c'è una storia inquietante.
Xymphora "era" un giornalista inglese, rigorosissimamente anonimo, e assai celebre nella blogosfera mondiale. Dal suo semplicissimo blog su blogspot, con grafica 1.0, postava articoli al vetriolo, scomodi, informatissimi e molto approfonditi, sulla politica internazionale e i suoi vari nodi nascosti. Aveva centinaia di commenti, la gente partecipava al suo blog e veniva citato ovunque.
Qualche mese fa Xymphora, che postava quotidianamente, è sparito: solo qualche giorno di silenzio, ma è bastato perché tutti si chiedessero che fine avesse fatto.
Poi è naturalmente ricomparso, come succede a noi blogger.
Ma non era più lui.
Ora scrive in modo diverso. Sembra che abbia disimparato. Ma peggio di tutto, si adopera scrupolosamente per smontare ogni teoria sull'11 Settembre rivendicando la giustezza della versione ufficiale, attacca continuamente Chomsky, e fa post deliranti su complotti sionisti e Grande Israele.
Se ne sono accorti tutti: i commenti (che diminuiscono di giorno in giorno) non fanno che chiedere cosa diavolo sia successo, cosa gli è preso... ma restano lettera morta. Non si è mai degnato di replicare e continua per la sua strada.

Ora, al di là dell'indignazione per i suoi sciocchi post, della sensazione di essere presi per i fondelli, del silenzio da parte sua, rimane di fatto una domanda molto, molto inquietante:
Che fine ha fatto il "vero" Xymphora?
 
posted by Piano B
Permalink ¤ 1 comments
03 aprile, 2006,12:50
Gli ecomostri siamo noi.
Casalbaroncolo, nuovo fascicolo dell'autobiografia della nazione. Lo trovi in edicola.
Sempre più concittadini incanagliscono, discesa da Montagne Russe, il convoglio va giù rapido, i passeggeri urlano e sorridono, spaventati e leggiadri, sbarazzini e maneggioni, simpatici, orridi.
Salta il patto sociale quotidiano, in nome della "roba" e del possesso viene meno ogni regola di convivenza, ogni criterio, ogni attenzione per l'altro.
Qualunque gesto o parola può scatenare reazioni imprevedibili. Se ho da ridire perché mi freghi il parcheggio, tu torni con gli amici e mi spari alla nuca. Se ti rubo una pianta dal cortile, mi ammazzi come un cane e provi a dire che è legale.
Ce l'ho duro, se non me la dai uccido te, tuo padre e tuo fratello. Se me la dai, tuo padre e tuo fratello mi uccidono. Se fai un figlio con me, tuo fratello ti uccide.
Non me lo dai perché sei etero, e io ti ammazzo. Lo vuoi da me perché sei frocio, e io ti ammazzo. Ti stupro e non sei vergine, mi danno le attenuanti. Ti stupro e sono sfigato, mi danno le attenuanti. Stermino tutta la famiglia perché sono uno scoppiato: mi dicono di dire che il mandante è Satana. Ho diciott'anni e faccio scritte sui muri, un giustiziere in divisa mi spara alla tempia. E' il Ruanda di tutti i giorni, in Italia.
Wu Ming
Il seguito lo leggete qui.
 
posted by Piano B
Permalink ¤ 0 comments