Ôªø Piano B
05 febbraio, 2006,22:17
Abbi dubbi: il sacerdote ucciso in Turchia.
Secondo la testimonianza di un altro sacerdote italiano in Turchia, il sacerdote ucciso si occupava di prostituzione ed era da tempo nel mirino dei clan mafiosi locali.
Con la mafia ci "conviviamo" da sempre, e sappiamo che spesso approfitta dei disordini nati per tutt'altri motivi per liberarsi dei propri nemici. Intanto, la stampa italica continua a soffiare sul fuoco della guerra di religione... richiamando contemporaneamente al senso di responsabilità.
 
posted by Piano B
Permalink ¤


2 Commenti:


  • At 10:30, Blogger Zu

    interessante. Qual è la fonte? Te lo chiedo perché mi piacerebbe rilanciare questa tua considerazione.

     
  • At 10:34, Blogger Piano B

    zu,
    sentita al gr2. Pare (pare!) che l'abbiano rilanciata stamattina al tg1.