Ôªø Piano B
25 novembre, 2005,12:00
Io voglio bene al signor Gianluca Baiocchi.
Qualcuno diceva "sfortunato il Paese che ha bisogno di eroi", ma io sono mica tanto d'accordo. Gli eroi, specialmente quelli che hanno la faccia e la vita uguali alla nostra, fanno bene all'ottimismo e certe volte anche alla salute. E' il caso di Gianluca Baiocchi, oscura Guardia Forestale delle Marche, che volendo vederci chiaro sul latte per bambini (è anche un papà, a quel che dicono) l'ha fatto analizzare e ha scoperto tutto il casino dell'inchiostro che però possiamo stare tranquilli, perché non fa danni genetici ai neonati. La commissione Europea stava da mesi perdendo tempo, e la Nestlé aveva deciso nel frattempo di "smaltire le scorte" (luogo di smaltimento: lo stomaco dei suddetti neonati - ma ci siamo abituati: il nostro stomaco in fondo smaltisce abitualmente anche il fluoro della lavorazione dell'alluminio, con la scusa della carie). Insomma, il signor Gianluca Baiocchi non si ferma e scopre che l'inchiostro è anche nel latte Milupa, e chissà, vista l'analogia delle confezioni, che non sia nei succhi di frutta, nella passata di pomodoro e in tutte le cibarie vendute nel tetrapak con le scritte sopra. Buttiamo via tutto o smaltiamo? Nel frattempo, grazie Gianluca.
 
posted by Piano B
Permalink ¤


6 Commenti:


  • At 21:17, Blogger ciscoblog

    The prevention of underage gambling and identifying and helping problem gamblers is a core objective in running an integrity driven online gambling operation. Gambling at blackjack, or any other online casinos game for that matter is a great form of leisure and entertainment, but for some it can potentially be dangerous.

     
  • At 00:21, Anonymous Anonimo

    Consiglio di informarti meglio, l'inchiostro nel latte per bambini l'ha scoperto l'Arpam di Ascoli Piceno nella persona del Dott. Corradetti come giustamente riportato in "Mi manda Rai Tre". Il Sig.Baiocchi Gianluca si può definire in tanti modi ma certamente non è un eroe. E chi sa chi è stato a diffondere la leggenda metrolitana del papà guardia forestale, piccolo chimico, che fa analizzare il latte (Mandrake). Sveglia, ragazzi !!!

     
  • At 12:08, Anonymous Anonimo

    comunque il baiocchi è colui che in ambito penale a rinviato a giudizio otto persone della nestlè e grazie a lui la tetrapak ha cambiato il sistema di stampa sul tetrapak in tutto il mondo e grazie a lui il baiocchi Gianluca, il ministero della sanità ha monitorato più di 1500 alimenti, quindi grazie Gianluca e speriamo che forestali del suo calibro e coraggio siano in tutta italia, sveglia ragazzi!!!!!

     
  • At 19:47, Anonymous Anonimo

    ciao a tutti. anche io voglio bene a Gianluca Baiocchi ho seguito la vicenda e ho saputo che la comunità economica europea a bandito l'ITX in tutta europa. grazie Gianluca ma che fine avra fatto? sicuramente gli avranno dato una medaglia di cartone ed un nuovo incarico "prendere la posta" ma........ spero che nel pubblico ci siano tanti Gianluca BAIOCCHI. spero di sapere sue notizie! ciao ciao e come dite sveglia ragazzi!!!!!!!!!!

     
  • At 18:49, Anonymous Anonimo

    Non ti preoccupare è stato pluripremiato. Comunque l'ITX era già stato bandito dalla tetrapak ben prima che il piccolo chimico lo scoprisse magicamente ed era noto a tutti gli addetti del settore, compresa la Comunità Economica Europea, le confezioni trovate erano le ultime rimaste in circolazione. Della carta stampata non ci si può fidare e non è un segreto, si butta a pesce su qualsiasi notizia faccia vendere e raramente verifica le fonti, la vicenda è stata riportata correttamente a suo tempo da Mi manda Rai Tre, della cui serietà e affidabilità penso non ci siano dubbi e guarda caso le guardie forestali non sono neanche nominate, ripeto i colleghi dell'Arpam (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche, Dipartimento di Ascoli Piceno) hanno scoperto l'ITX, telefonate e chiedete conferma e riscontri. Per quanto riguarda la causa penale è stato archiviato tutto e non riguardava la presenza dell'ITX che era talmente in quantità irrisorie da non essere neanche un reato penale e se non avesse interessato due multinazionali come la Tetrapak e la Nestlè non ci avrebbero ricamato tanto intorno. Concordo solo col fatto che questa storia ha fatto alzare la soglia di attenzione su una problematica importante come gli alimenti e se una guardia forestale menzoniera ne approfitta non mi interessa più di tanto. Veritas laborat saepe, exstinguitur numquam.

     
  • At 21:13, Anonymous Anonimo

    Sono una mamma che ha seguito molto attentamente la vicenda, è vero che il dott. Corradetti dell'ARPAM di Ascoli Piceno durante la ricerca degli IPA nel latte, ha scoperto l'ITX ma e anche vero che grazie all'intervento del Corpo Forestale dello Stato nella persona del "mitico" Baiocchi Gianluca la vicenda è decollata, l'Arpam e la Asl di Ascoli si erano fermati a far ritirare pochi lotti di latte, ha scoprire che la contaminazione proveniva dal tetrapak è stato Baiocchi. Inoltre ha anche scoperto che la contaminazione interessava un'intera produzione, circa 10.000 confezioni e non alcuni lotti. Inoltre sentite bene.... grazie ha questa indagine il Baioccchi con i suoi colleghi ha eseguito un'inchiestaa su l'influenza aviaria e guarda caso dopo l'indagine sul latte, non si è piu parlato di influenza aviaria, tamiflu e altro....... come mai? vorrei ringraziare Gianluca Baiocchi e il Corpo Forestale dello Stato per quello che hanno fatto. Per quanto mi riguarda, ho seguito il tuo consiglio,ho telefonato all'ARPAM di Ascoli ed ho parlato con il Dott. Corradetti il quale elogia in modo encomiabile l'operato del Corpo Forestale, in particolare il Comandante Baiocchi con il quale dice di avere, dopo quella vicenda, un ottimo rapporto. Certo che è proprio vero gli italiani sanno solo parlare male..........
    Grazie al Corpo Forestale e Grazie Gianluca, spero un giorno di poterti conoscere. ciao a tutti....