Ôªø Piano B
23 novembre, 2005,15:46
Altre vittime di Katrina: ecco gli schiavi.
Ancora il dopo Katrina. Riporta Truthout: una sussidiaria della tristemente famosa Halliburton incaricata di ripulire basi navali nel dopo-uragano, ha noleggiato (vocabolo appropriato) dei lavoratori indios dal Messico, li ha fatti lavorare senza documenti, li ha tenuti in condizioni misere, e per finire li ha cacciati senza neanche pagarli. Ci davano due pasti al giorno e certe volte soltanto uno racconta Martinez, un ragazzino Zapateco di appena 16 anni. Tre settimane dopo, sono stati sbattuti fuori dalla base senza tanti complimenti e senza il salario promesso. Victoria Cintra, un'attivista locale dei diritti umani, racconta di aver ricevuto molte telefonate relative a clandestini che si erano rifugiati, denutriti e malati, in roulottes abbandonate nella zona di New Orleans. Denunciavano diarrea, tagli e ferite e altri problemi sofferti alla base della Kellogg, Brown e Roots (la sussidiaria Halliburton, persino peggiore), dove non avevano ricevuto alcuna assistenza medica malgrado la presenza di medici alla base che stavano aiutando a ripulire.
 
posted by Piano B
Permalink ¤


1 Commenti:


  • At 08:15, Anonymous Tisbe

    Un bell'esempio del sistema liberale tanto decantato