Ôªø Piano B
12 ottobre, 2005,18:27
Legge proporzionale: ostacolare Prodi, silurare Berlusconi.
Mi sovveniva una riflessione ieri sera guardando Ballarò. Tutti fanno blabla e nessuno centra i veri motivi di questa legge:
1) Ostacolare Prodi. E' costretto ora a trovare un partito con cui candidarsi, ma il problema non sono Rutelli o D'Alema che temono la sua concorrenza... ce n'è un altro, e molto peggiore: chiunque dovesse candidare Prodi prenderebbe una MAREA di voti, a spese del resto dei partiti della coalizione. Questo è provato, (vedi Rutelli nella Margherita nel 2001), e infatti è proprio per questo che i partiti della sinistra lo hanno presentato come outsider.
Adesso questa legge spariglia le carte e si trovano tutti in un inenarrabile casino.
La soluzione ci sarebbe. Prodi dovrebbe candidarsi coi Verdi: permetterebbe agli ambientalisti di bypassare il problema dello sbarramento al 2%, senza prendere posizioni coi cattolici o con "gli ex-comunisti", come li chiama Bondi. Dubito che l'Unione prenderà mai una decisione così saggia.
2) Silurare Berlusconi. Nessuno ci ha pensato, ma perché mai avrebbero inventato una formula, proporzionale e quindi partitica, con cui "si nomina il leader e non il premier"? Semplice: perché in caso di vittoria della destra, e di batosta di Forza Italia, avrebbero la possibilità di dare dopo le elezioni un calcio nel sedere a Berlusconi e nominare premier Casini o chi per lui. Inoltre, essendo un'elezione proporzionale, sperano di riportare alle urne tutti quegli elettori di AN o della Lega disgustati dall'inciucio col Berlusca. "Si vota il partito", quindi tutti allineati e coperti a votare Fini e Bossi... alla faccia di Berlusconi.
 
posted by Piano B
Permalink ¤


1 Commenti:


  • At 16:37, Blogger ciscoblog

    Gambling Commission under the old regulatory regime, applications have progressed to full hearings while the fortitude of these online casinos commissions and licenses are all but operational; some of these are thought to be dormant and others under construction. Concern at the spate of applications and imposed a cut-off date of April next year for submissions under the old legislation.