Ôªø Piano B
07 ottobre, 2005,14:06
Influenza polli/2: non vaccinatevi, è pericoloso.
Come volevasi dimostrare. La sfrenata propaganda mediatica sull'influenza dei polli è volta a farci spendere quattrini per il vaccino contro l'influenza stagionale. Ma adesso salta fuori anche un "piccolo" particolare: chi si vaccina, corre un rischio maggiore di un esito letale nel caso di contagio da influenza aviaria. Vediamo perché:
Autorevoli virologi ed epidemiologi (Webster, Dianzani) sconsigliano l'uso di vaccini «in tutti i casi in cui si teme che il patogeno possa essere appunto un nuovo ricombinante (e in particolare un virus che abbia compiuto di recente il salto di specie): visto che, almeno in linea teorica, il vaccino potrebbe causare una produzione eccessiva di anticorpi e peggiorare la tempesta di citochine che sembra essere la vera causa dell'evoluzione maligna della malattia».(...) Insomma pasticciare con i vaccini - quelli classici, mirati sui ceppi influenzali noti (H3N2), e quelli nuovi, da confezionare per contrastare H5N1 - in presenza di un virus che sembra avere effetti letali proprio per un'eccessiva reazione del sistema immunitario, non sembra una buona idea.
Il medico che va in TV a dire che il vaccino non serve contro il virus dei polli, ma "è meglio farlo perché non si sa mai" (ascoltato con queste orecchie al TG1) compie un pessimo servizio, dimostra la propria ignoranza, o peggio la propria complicità.
 
posted by Piano B
Permalink ¤


3 Commenti:


  • At 14:22, Anonymous Anonimo

    ma insomma, dovremo pur decidere di chi fidarci...

    www.francesconardi.it

     
  • At 14:25, Blogger alduccio

    Ti segnalo l'articolo "Il farmaco dei miracoli
    " sull'ultimo numero della rivista Internazionale, che parla proprio dell'infleuzna aviaria e degli affari della Roche
    Aldo

     
  • At 21:44, Anonymous Anonimo

    ANZI I VACCINI POTREBBERO ANCHE AIUTARE LA DIFFUSIONE E COMBINAZIONI DEL VIRUS...
    E' TUTTO UN MANGIA MANGIA , E UNA SOCIETA' FINTA CHE FORZA LE COSE SOLO PER VENDERE... IO NON APPARTENGO A QUESTO MODELLO DI SOCIETA', ANCHE A COSTO DI RIMANERE SOLO...